E' la più prestigiosa della borgata, una tra le più importanti del lago di Como, ed è Monumento Nazionale.
L'edificio settecentesco, è mantenuto dalla famiglia Droulers, principalmente dal Dr. G. Marco, con la più grande attenzione.

La villa fu dei nobili Avogadro, che nel 1770 la vendettero ai Ricci. Da questa famiglia passò a Carlo Vertemate e, nel 1804, a donna Maddalena Imbonati, vedova del conte Sannazzaro. Questa signora, colta e intelligente, amò molto la sua villa, ingrandendola e ammobiliandola con raffinato gusto. Alessandro Manzoni vi fu ospite nel 1818, come pure il poeta milanese Carlo Porta.

Il parco di questa villa è davvero molto bello e ben curato; singolari ed originali le tende parasole, in metallo, alle finestre, a strisce verticali in bianco e azzurro.