L'area dove sorge questa villa dovrebbe essere antica. Pare, infatti, vi sorgesse la casa di Pantero Pantera, capitano delle galee pontificie di Clemente VIII, che la fece edificare nel 1617.

L'edificio passò poi ai Cattaneo, quindi, nell'Ottocento, ai notissimi editori musicali Tito e Giulio Ricordi.

La villa fu acquistata in seguito dai De Bayet e, successivamente, fu proprietà della famiglia Da Riva, importanti cotonieri. La signora Bianca Ramponi Da Riva, con munifico gesto, donò la proprietà all'Istituto Angelicum di Milano. Nel 1890 l'ha acquistata una società immobiliare. Oggi gestita da un ente religioso e da suore, è un centro d'accoglienza per ragazze madri.